il tuo dolce natale

Biscottini natalizi di frolla ricetta austriaca originale (dalla mia amica Brilli Mastropietro)

ingredienti:

300 gr farina
150 gr zucchero di canna
2 bacche vaniglia
2 rossi uovo
200 burro morbido

1) Mescolate tutto bene.
2) Fate riposare l’impasto in frigo almeno 2 h , meglio tutta la notte
3) Stendete tra due fogli di carta forno con il mattarello, poi con le vostre formine preferite fate i vostri biscotti alti almeno 3 cm.
4) Preriscaldate a 160 °C il forno e fate andare i biscotti almeno 10/15 minuti.
5) Volendo distribuite zucchero a velo o glassa fatta in casa con albume, zucchero ed acqua.

S Plaetzchen Meniner Freundin Brilli Mastropietro

Ricetta originale austriaca… biscotti a forma di S:

INGREDIENTI: 600 gr farina; 200 gr zucchero velo; 400 gr burro ; 4 rossi uovo; 1 limone; 1 bacca di vaniglia

1) Setacciate farina, poi mescolate tutti gli ingredienti bene a mano o in planetaria.

2) Formate prima delle palline, poi dei rotolini, fino a formare le singole S. Se necessario aggiungete un po’ di farina.

3) Mettetele sulle placche da forno, e spennelatele di tuorlo di uovo.

4) Cuocetele in forno a 160 gradi 10-15 minuti.

Hirtheiserteig Brilli Mastropietro, biscotti austriaci speziati

ingredienti:

farina 250 gr
1/2 cucchiaio di lievito
120 gr zucchero
1 bustina di vanillina oppure 1 bacca di vaniglia
1 cucchiaio misto:
cannella, chiodi di garofano, cardamono, zenzero, anice stellato, noce moscata
canditi tritati 70 gr
mandorle tritate 50 gr
burro 150 gr
3/4 cucchiai di panna

1) Dopo aver setacciato farina e lievito, mescolate tutto per bene, zucchero , vaniglia, spezie, canditi, mandorle trite , burro morbido, e 3/4 cucchiai panna, insieme a farina e lievito.

2) Fate riposare in frigo almeno un paio di h e poi stendete l’impasto tra due fogli di carta forno molto grandi e formate con le vostre formine preferite cuori, stelline, alberelli natalizi.

3) Cuocete a 160 per 10/15 minuti circa.

4) Spolverate subito di zucchero .

Baci di dama tradizionali alla gianduia biologica

baci-di-dama-vegani
ingredienti:

400 gr nocciole Igp Piemonte (per circa 50 baci)
pizzico di sale
100 gr farina forza media (260W) ; 160 gr farina Antico Mulino Vigevano
100 gr zucchero di canna; 100 gr zucchero a velo
80 gr avocado
170 gr di burro vegetale
1 bacca di vaniglia sciolta nel latte
250 gr circa crema alle nocciole (Rigoni)

1) Mescolate bene zucchero , sale, farina, avocado tagliato a pezzettini fini, burro vegetale, vaniglia, e nocciole tritate e pizzico di sale.

2) Fate riposare impasto 1 h ca in frigo

3) Preparate su una placca da forno con carta forno tutte le palline dei vostri biscotti e metteli sulla placca per riposare ancora 1 h in frigo (mettete una pellicola trasparente)

4) Preriscaldate il forno a 160

5) Fate andare i biscotti a 160°C per 20 minuti circa poi farcite quando raffredati con crema alle nocciole.

Bon apetit

SCHOKOHAPPEN (tipica torta tedesca delle feste)

shokohappen

dalla bellissima rivista Landlust (numero di Novembre/Dicembre 2016)

INGREDIENTI

200 gr nocciole tritate
300 gr cioccolato fondente
300 gr burro
5 uova
150 gr burro
1 presa di sale
100 gr di farina

1) Arroristite le nocciole in una padella
2) Sciogliete cioccolato e burro a bagnomaria
3) Lasciate raffreddare
4) Preriscaldate il forno a 180 gradi (Calore superiore / inferiore)
5) Imburrare la tortiera
6) Lavorate uova, zucchero e sale per qualche minuto fino ad ottenere un impasto schiumoso
7) Mescolate dal basso verso l’alto il composto di cioccolato-burro e la farina
8) Aggiungete per ultime le nocciole. Versate il composto nello stampo
In un forno preriscaldato cuocete circa 25 a 30 minuti; l’impasto deve essere ancora umido nel centro

Kranz austriaco (la mia esercitazione al corso di pasticceria di Mario Decorato)

Ecco com’è venuto!

kranz_tripletsmamayummierecipes

Ecco quali ricette ho usato per la sfoglia e per il resto!

Dresdner stollen  (Christollen)

stollen

 

500 gr farina
1/8 lt latte
25 g lievito di birra
190 g burro, 75 g zucchero
1 presa sale
1 bustina zucchero vanigliato
330 gr uva sultanina
75 g di cedro candito
50 g di mandorle, 70 ml di Rum
100 g di burro per spalmare

1) Fate macerare la frutta nel rum per una notte.
2) Il giorno seguente setacciate sulla spianatoia la farina, formate la fontana, mettetevi al centro il lievito sbriciolato ed imbevetelo con il latte tiepido e un poco di farina.
3) Prendete con le mani il panetto di lievito, mettetelo da parte e fatelo lievitare.
4) Impastate la rimanente farina circa 250 gr con il burro, il sale, lo zucchero semolato e quello vanigliato.
5) Quando il panetto avrà raddoppiato il suo volume aggiungetelo alla pasta lavorando ben bene i due impasti.
6) Tenete da parte 200 grammi della pasta della pasta ottenuta.
7) Mettete sulla spianatoia la frutta ammorbidita nel rum e le mandorle tritate.
8) Ora prendete una manciata di pasta e premetela sui frutti.
9) Ripetete l’operazione con un altro pezzo di pasta che collocherete sulla prima manciata.
10) Proseguite cosi fino ad esaurimento dell’impasto.
11) Non usate la porzione messa da parte.
12) Impastate tutti i pezzi con delicatezza.
13) Consiglio questo procedimento, perché l’impasto che contiene molta frutta non deve essere lavorato troppo a lungo altrimenti diventa grigio.
14) Lavorate ancora la pasta messa da parte e spianatela in una sfoglia sottilissima, nella quale racchiudere lo Stollen per evitare che la frutta si bruci durante la cottura.
15) Con l’impasto di frutta formate dapprima una palla, quindi un rotolo allungato.
16) Con il mattarello schiacciate il rotolo nel mezzo nel senso della lunghezza, formando cosi una parte appiattita con ai lati due rigonfiamenti.
17) Avvolgete la pasta ai frutti con la sfoglia spruzzata di latte.
18) Alzate un lato rigonfio e piegatelo di sbieco sull’altro ottenendo in tal modo la tipica forma dello Stollen.
19) Adagiate il dolce sulla placca del forno foderata di carta oleata.
20) Non fatelo più lievitare, perche’ tende ad allargarsi.
21) Cuocetelo in forno preriscaldato a 200°C circa 45/50 min non di più
22) Dopo averlo sfornato, spalmatelo di burro fuso e spolverizzatelo di zucchero.
23) Solo quando sarà freddo cospargetelo abbondantemente di zucchero a velo, avvolgetelo in un foglio di pellicola trasparente.
24) Lo Stollen è particolarmente gustoso dopo 3 settimane.

Biscotti finlandesi di Natale di pan di zenzero

 

biscotti-pan-di-zenzero
200 gr burro
250 gr zucchero
150 gr melassa liquida
2 uova
1 kilo farina setacciata
4 cucchiaini bicarbonato
2 cucchiaini zenzero
2 cucchiaini chiodi di garofano
2 cucchiaini di cannella

1) Tritato lo zenzero con i chiodi di garofano ed aggiunti alla cannella ed al bicarbonato in una ciotolina a parte.
2) Mescolato uova zucchero burro farina setacciata melassa liquida, inglobato le spezie con il bicarbonato e mescolato energicamente tutto bene fino a formare una bella palla lucida ed omogenea.
3) Un giro di velina attorno all’impasto e tenete tutta una notte in frigo in modo che tutti gli ingredienti specie il burro e lo zucchero si stabilizzino bene.
4) Cuocete a 200°C per 5 min dopo averli predisposti sulla placca da forno con carta forno ed aver dato la forma desiderata ai biscotti di pan di zenzero.

Elisenlebkuchen (biscotti di panpepato alle mandorle):

ingredienti

uova 3
zucchero 250 gr
cannella 1 cucchiaino
scorza di limone
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
70 gr arancia candita
250 gr mandorle macinate non pelate
50 gr mandorle pelate e tritate grossolanamente

Per la glassa:

zucchero a velo 150gr
albume 1
cucchiaio di succo di limone 1

1) Battete le uova intere e lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa.
2) Unite le spezie, poi l’arancia candita a pezzettini e le mandorle mescolando bene.
3) Stendete la pasta allo spessore di 1cm su delle cialde grandi e tonde che introdurrete nel forno freddo.
4) Accendete il forno a 140°C
5) I biscotti dovranno asciugarsi piuttosto che cuocere e la loro parte inferiore dovrà rimanere morbida.

Vanillekipferl

vanillekipferl

ricetta gentilmente prestata dalla mia amica di scuola viennese Gabriella Mastropietro, maga degli impasti natalizi:

Versione senza uovo con mandorle:

Farina 0 250 gr (se volete già pensare poi ad una doppia quantità fate il doppio di tutto)
Zucchero di canna 125 gr
Zucchero vanigliato 1 pacchetto oppure 3 grossi cucchiai da minestra, setacciati
mischiato a semi di una bacca di vaniglia
in realtà io sto imparando a farmi in casa lo zucchero vanigliato (la bacca vuota di vaniglia che avanzo da qualsiasi preparazione lo metto in un contenitore con un po’ di zucchero anche semolato poi lo trito per la prossima preparazione, e mi viene il mio prossimo zucchero vanigliato a velo)
Burro 220 gr
Mandorle 100 gr, pelate e tritate (io ho usato la granella di mandorle per fare prima)

1) Preparate e prendete tutti gli ingredienti dalla farina alle mandorle e lavorate a mano o in planetaria fino ad ottenere un bell’impasto omogeneo, formate una grande palla, mettete attorno della velina trasparente e fate riposare per qualche ora in frigo, io anche tutta la notte.
2) Dalla palla formate delle piccole palline.
3) Date la forma di un ferro di cavallo di circa 5 cm di lunghezza.
4) Disponeteli su una teglia coperta con carta forno e cuoceteli a 170°C per 15 minuti circa.
5) Raffreddateli e cospargeteli ancora caldi di zucchero a velo, se possibile vanigliato esiste della Eridania.

Vi può anche interessare questa versione:
Versione con uovo e mandorle preso da la patata in giacchetta

Farina 0 250 gr (se volete gia’ pensare poi ad una doppia quantita’ fate il doppio di tutto)
Zucchero di canna 125 gr
1 uovo bio
Zucchero vanigliato 1 pacchetto oppure 3 grossi cucchiai da minestra , setacciati
mischiato a semi di una bacca di vaniglia
in realta’ io sto imparando a farmi in casa lo zucchero vanigliato (la bacca vuota di vaniglia che avanzo da qualsiasi preparazione lo metto in un contenitore con un po’ di zucchero anche semolato poi lo trito per la prossima preparazione, e mi viene il mio prossimo zucchero vanigliato a velo)
Burro 150 gr
Mandorle 125 gr, pelate e tritate (io ho usato la granella di mandorle per fare prima)

Esiste anche una meravigliosa versione con nocciole e uova che sto ricevendo dalla mia amica Gabriella Mastropietro, e vi faro’ nei prossimi giorni promesso, intanto enjoy!!!

Stelline di cannella di Anneliese Kompatscher

zimsterne

Ingredienti:

3 albumi
300 gr zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 pizzico di chiodi di garofano in polvere
350 g di mandorle sbucciate e macinate

1) Montate a neve soda gli albumi e unitevi poco alla volta lo zucchero a velo setacciato ed il succo di limone.
2) Continuate a sbattere fino a quando la massa sara’ lucente e cremosa.
3) Mettete da parte mezza tazza della meringa ed aggiungete a quella restante le mandorle e le spezie.
4) Questo composto è appiccicoso.
5) Per lavorarlo più facilmente spargete della farina e zucchero sulla spianatoia e distribuitevi sopra il composto in piccole porzioni che appiatirete con la mano leggermente infarinata.
6) Ritagliate le stelline con uno stampino che immergerete prima di ogni taglio in acqua fredda.
7) Mettetele sulla placca del forno foderata di carta oleata e glassatele con la meringa tenuta da parte.
8) Collocate la placca con i biscotti nella parte media del forno.
9) Cuocete a 150°C per 30 minuti dopo aver inserito un’altra placca nella parte superiore del forno per impedire che i biscotti prendano colore.
10) La parte inferiore delle stelline deve rimanere morbida.

Strudel di mela di Anneliese Kompatscher

strudel-di-mele-anneliese-kompatscher

Per la pasta

farina 250 gr (io ho usato farina 1)
uovo 1
presa di sale 1
cucchiai di olio evo riserva ligure
1/16 lt acqua tiepida

Per il ripieno

mele (Renette, Gravenstein o Boskop) 2kili
pangrattato (fatto fresco da me) 150 gr
burro 150 gr
zucchero 80-100 gr
cannella, scorza di limone
uvetta sultanina 50 gr
pinoli 50 gr
burro fuso per spennellare la pasta 100 gr

1) Setacciate la farina sulla spianatoia e, con una mano impastatela con l’uovo, il sale e l’olio, mentre con l’altra aggiungete poco per volta l’acqua necessaria perche’ l’impasto abbia la giusta consistenza.

2) Lavorate ora energicamente la pasta con tutte e due le mani fino a quando sara’ liscia ed elastica.

3) Raccoglietela formando una palla, spennallatela con olio e lasciatela riposare mezz’ora.

4) Nel frattempo sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a fettini sottili.

5) Rosolate il pangrattato nel burro.

6) Su un canovaccio infarinato stendete la pasta con il mattarello.

7) Passate le mani con il dorso rivolto verso il tavolo sotto la pasta ed , iniziando dal centro, tiratela delicatamente cercando di non strapparla fino a che sara’ sottile come un foglio di carta.

8) Spennellatela con una parte del burro fuso e tiepido.

9) Cospargete di pangrattato due terzi della pasta e spargetevi sopra le mele, lo zucchero, la cannella, la scorza di limone, l’uva sultanina ed i pinoli.

10) Pareggiate con un coltello i bordi spessi della pasta e, aiutandovi con il canovaccio, arrotolate la sfoglia ben stretta su se stessa.

11) Adagiate lo strudel su una teglia o sulla placca del forno imburrata, spennellatelo con il resto del burro fuso e cuocetelo in forno a 220°C per circa mezz’ora.

12) Servite lo strudel ancora tiepido dopo averlo spolverizzato di zucchero a velo.

13) Lo strudel si accompagna molto bene con panna leggermente montata.

Strudel di mele (ricetta Istituto Maggia Stresa)

strudel

Per la pasta

FARINA 0 GR 250
ACQUA TIEPIDA GR 100 ca
UOVO (NR 1) GR 60
OLIO EVO DELICATO GR 40
SALE FINO GR 1

PER IL RIPIENO:

Mele renette gr 800
Pan grattato gr 70
Zucchero semolato gr 70
Uvetta sultanina gr 50
Pinoli gr 25
Burro gr 25
Limone Buccia nr. 1
Cannella in polvere gr 2
Procedimento:

Impastate la farina con il burro (o l’olio) in planetaria. Aggiungete poi gli altri ingredienti ed infine l’acqua poco alla volta fino a raggiungere la densità desiderata.
Formate una palla, avvolgete in pellicola e lasciate riposare in frigorifero. Ammollate l’uvetta nel latte.

Sbucciate le mele, togliete il torsolo, e tagliate a macedonia. Cuocete le mele per qualche minuto in casseruola con burro e zucchero.
Abbattete di temperatura ed aggiungete l’uvetta predentemente ammollata e debitamente strizzata. Incorporate poi i pinoli, la cannella ed il pane grattuggiato per ottenere un impasto omogeneo.
Stendete la pasta con il mattarello. Disponete su tutta la pasta il ripieno lasciando tutto intorno un bordo vuoto. Avvolgete la pasta su se stessa richiudendo all’interno il ripieno e chiudete bene le estremità. Disponete lo strudel su una teglia foderata con carta forno. Forate la superficie e pennellate con olio evo o burro.

Cuocete in forno a 180°C per circa 40 minuti. Lasciate raffreddare e cospargete con zucchero a velo.

Poi con salsa di vaniglia calda, è la morte sua…

Vi potrebbe anche interessare questa ricetta del maestro Roberto De Curtis, esperto pasticciere di strudel, nato a Bolzano:

Ingredienti:

farina 300 gr
olio di semi di girasole 1 cucchiaino
1 uovo intero
pizzico di sale
acqua tiepida qb per formare un panertto abbastanza consistente ma non duro

fate riposare mezz’ora in frigo.

Da quel panetto, poi si dividete in due palline e si fanno due sfoglie sottili… una per volta stende le mele (condite) arrotoli e lo pennelli con burro fuso…in forno a 200 gradi per mezz’ora