pranzi&cene

Gnocchi al salmone

1 kilo patate 300 g farina bio tipo 2 1 uovo 1 pizzico di sale 1) Lessate per bene le patate con la loro buccia, poi nello schiacciapatate passatele e mettele in una ciotola, aggiungete l’uovo, la farina ed il sale e lavorate bene l’impasto. 2) Formate una bella palla omogenea e morbida, tagliate piccole quantità di impasto e fate dei salamini di impasto larghi 2 cm. 3) Tagliate con il coltello dei piccoli gnocchi e passateli per rigarli sull’apposito accessorio di legno, oppure con il vostro pollice sulla forchetta con il verso girato in modo da rigare facilmente i vostri gnocchi appena confezionati. 4) Posizionateli su cannovacci e cospargeteli di un po’ di farina per non farli attaccare. Per la salsina: 30 g pinoli 2 mazzetti di erba cipollina 200 g di ricotta qualche foglia di basilico 1 spicchio d’aglio olio evo qb sale qb 200 g di salmone da aggiugere poi a piatto finito. 1) Tritate finemente l’erba cipollina dopo averla lavata bene, insieme ai pinoli nel mixer, e qualche foglia di basilico. 2) Aggiungete la ricotta nella ciotola che avrete dedicato alla salsa. 3) Tritate finemente uno spicchio d’aglio, e condite bene con olio evo e sale. Aggiungete al vostro piatto una volta assemblato con salsina, 200 g di salmone tagliato al coltello et bon apetit!

Salmone gratinato al forno con letto di patatine

Prendete 3 grandi filetti di salmone freschi; 2 lime; 1 pacchetto di erba cipollina e 3 patate medie; pangrattato; olio evo sardo; sale 1) Marinate per circa 20 minuti i vostri filetti di salmone in una ciotola separata in un succo di 2 lime. 2) Tagliate a cubetti 3 patate medie, e finemente l’erba cipollina. 3) Preriscaldate il forno a 220°C 4) In una pirofila piuttosto grande iniziate a mettere uno strato di pangrattato. 5) Aggiungete poi tutte le patate tagliate a dadolini con una parte dell’erba cipollina ed olio evo e sale come letto per il salmone che verrà posto sopra. 6) Adagiate poi sopra i 3 filetti di salmone che raggiungono il peso di 1kilo totale e guarniteli di pangrattato, il resto dell’erba cipollina, un pochino ancora di olio evo delicato sardo e un zic di sale. 7) Fate andare a 220°C per almeno 30 minuti anche 40 min dipende dal forno. Buon appetito!

Riso selvatico primavera di mia fantasia

350 g riso selvatico 1 scalogno 1/4 cipolla 2 zucchine 2 carote 2 peperoncini dolci 1 mazzetto di erba cipollina olio evo qb brodo vegetale burro qb sale qb 1 bicchiere di vino bianco 2 spicchi d’aglio 1) Rosolate lo scalogno e la cipolla (tagliati finemente) con un po’ di olio per qualche min 2) Lavate bene tutta la verdura 3) Tagliate a dadini zucchine, carote, peperoncini dolci, finemente l’erba cipollina e con l’aiuto di due spicchi d’aglio fate andare per circa 20 min tutta la verdura tagliata accuramente fine in pentola separata da brodo e da riso (quindi impegnate tre pentole) 4) Tostate il riso con 1 bicchiere di vino bianco e cuocete per 18 minuti buoni, poiche’ il riso selvatico richiede anche 20 min aggiungendo di tanto in tanto il brodo vegetale. 5) Unite appena le verdure sono pronte al riso e fate andare ancora sino a quando siete sicuri che sia tutto bene cotto, il riso selvatico richiede anche 25 min in totale. 6) Aggiungete a piacere qualche fiocco di burro per amalgamare e finire di far fare bene l’onda al vostro risotto. Bon apetit!!!

Calamaro ripieno in padella

1 calamaro grande fresco pangrattato qb sale qb olio evo qb 1 uovo testa, tentacoli 1 bicchiere di brandy; carote snack per la decorazione 1) Pulite bene l’intero del calamaro 2) Svuotatelo delle sue interiora, testa, tentacoli 3) Preparate ripieno con 1 uovo, pangrattato qb, sale, olio evo qb, testa senza occhi e tentacoli tritati bene. 4) Riempite la pancia del calamaro e chiudete per bene con stuzzicadente. 5) Fate andare al massimo 15 min con 1 bicchiere di brandy e 1/2 di olio evo.

Penne rigate con gamberi rosa

400 g penne rigate 400 g gamberetti rosa 400 bocconcini di salmone 100 g ricotta 1 pacchetto di erba cipollina 1 bicchierino di tequila 1) Lessate le penne 2) Cuocete i gamberetti ed i bocconcini di salmone , con un pochino di olio evo e sale, e fate sfumare 1 bicchierino di tequila. 3) Aggiungete per ultimi erba cipollina lavata e tagliata fine e ricotta. 4) Unite pasta a pesce e sughetto, fate andare ancora qualche minuto e poi servite ben caldo.

 

Patate duchesse

Questa ricetta l’ho usata per l’esercitazione finale all’Alberghiero di Stresa  28/01/2017 da Giallo Zafferano 500 g patate 50 g burro 50 g parmigiano reggiano noce moscata qb 2 tuorli pepe nero qb (io il pepe non ce lo metto per rendere le patate sufficientemente gustose anche per i bimbi) 1) Lavate bene le patate e mettetele a lessare con tutta la buccia in una pentola ricoprendole con acqua fredda e un po’ di sale. 2) Una volta cotte, scolatele, lasciatele intiepidire, sbucciatele e passatele con un passaverdura (o uno schiacciapatate) in una ciotola. 3) Inserite nella purea di patate il burro ed amalgamate gli ingredienti con un cucchiaio di legno. 5) Poi unite il parmigiano grattugiato e incorporatelo alla purea di patate; infine aggiustate di sale, pepe e con la noce moscata. 6) Aggiungete al composto i due tuorli e mescolate il tutto per ottenere un composto piuttosto asciutto e compatto. 7) Trasferite il preparato in una tasca da pasticcere dotata di bocchetta di medie dimensioni a stella. 8) Foderate una teglia con carta forno e spremetevi sopra dei piccoli ciuffetti di composto del diametro di 5 centimetri. 9) Mettete in forno preriscaldato a 200° per almeno 15 minuti, fino a che i ciuffetti non si saranno dorati. Sfornate e servite le patate duchessa ben calde!

 

 

Cavolfiore gratinato con besciamella fatta in casa

1/2 cavolfiore 1 lt di latte accadi senza lattosio 100 g burro/margarina vegetale 100 farina tipo 2 integrale noce moscata qb sale qb pepe qb olio evo qb 1) Lavate bene il cavolfiore 2) Tagliate e sminuzzate in tanti pezzetti il cavolfiore 3) Distribuite in una teglia da forno 4) Preriscaldate il forno a 200°C 5) Nel frattempo preparate la besciamella con 100 g farina, 100 g burro/margarina vegetale, 1 lt di latte, noce moscata, sale, pepe ed olio evo qb 6) Fate andare prima da soli burro ben sciolto e la farina, poi quando avete formato bene il roux bianco, passato 1 minuto, unite il latte e continuate a girare con la frusta fino a portare a bollore. 7) Aggiungete a piacimento noce moscata, sale, pepe, olio evo. 8) Condite tutte la verdura con la besciamella che intanto e’ diventata una bella consistenza cremosa. 9) Aggiungete volendo ancora un po’ di noce moscata e poi cuocete a 200°C per 30 minuti circa.

Polpette di robiola

120 g farina per dolci 1 cucchiaino di lievito istantaneo per pizza 200 g robiola/ricotta 2 cucchiai di parmigiano reggiano 2 uova sale pane grattuggiato 1) Versate la robiola in una ciotola, schiacciate con la forchetta per bene. 2) Aggiungete le uova, il sale, la farina ed il lievito. 3) Lavorate per bene, otterrete un composto morbido e cremoso, mettetelo in frigo a riposare per una decina di minuti. 4) Accendete il forno a 200°C. 5) Prelevate il composto con le dita e lasciatelo scivolare sul pane grattuggiato che avrete sistemato in un piatto. 6) Cercate di rotolare il composto in modo da formare una polpetta, poi ripassatela delicatamente nelle mani. 7) Sarà tutto appiccicoso ma non aggiungete farina, non serve, tranquilli che andrà bene. 8) Sistemate le polpette su una teglia con carta forno o oliata, oliate poi tutte le polpette anche sopra ed infornate per circa 15 minuti, devono dorare. 9) Durante la cottura si gonfiano, si allargano, quindi sistematele distanti una dall’altra. 10) Bon apetit

Guacamole casereccio

guacamole-casereccio

2 avocado maturi 2 lime 1 spicchio d’aglio 1 cipolla rossa 10pomodorini freschi 4 peperoni dolci verdi olio evo sale.  1) Lavate e tagliate la verdura , rimuovendo tutti i semini e le parti dure dei peperoni, ed il nocciolo dell’avocado insieme alla sua pelle indigesta. 2) Bagnate di lime e di olio evo, aggiungendo pomodorini tagliati, peperoni, agli avocado. 3) Servite come in foto con nachos originali.

Piccoli sfornati di zucca con speck croccante

1/2 kilo di zucca fresca
1 scalogna
qualche foglia di salvia
100 gr di speck
origano, sale, pepe, noce moscata, olio evo qb
3dl latte
30 gr burro
30 gr farina
3 uova
1 rametto di salvia
80 gr di parmigiano reggiano dop grattuggiato
1 rametto di origano secco

1) In una padella fate appassire lo scalogno tritato ed il rametto di salvia in 1 cucchiaio d’olio e 2-3 di brodo a fiamma bassa per 3-4 min
2) Unite la polpa di zucca a pezzi, fate insaporire e cuocete per 15-20 minuti, aggiungendo man mano poco brodo caldo fino ad ottenere un composto morbido; lasciate intiepidre, eliminate la salvia e frullate fino ad ottenere una crema.
3) Sciogliete il burro in una casseruola, unite la farina a pioggia e tostatela mescolando.
4) Versate il latte freddo tutto in una volta e cuocete a fiamma bassa mescolando in continuazione per 7-8 min, finche la salsa si addenserà.
5) Regolate di sale, pepe, e noce moscata e fate intiepire.
6) Incorporate le uova, uno per volta poi il formaggio grattuggiato ed infine la crema di zucca.
7) Versate il composto negli stampini imburrati ed infarinati, disponeteli in una teglia, aggiungete acqua bollente fino a metà della loro altezza e cuoceteli a bagnomaria in forno già caldo a 170°C per circa 30 minuti o finché sono dorati.
8) Nel frattempo tagliate a listarelle lo Speck e rosolatele in un padellino senza grassi per 4-5 minuti, finché saranno croccanti. Sfornate i tortini, fateli risposare per 5 minuti, sformateli sui piatti e serviteli con lo Speck croccante ed un ciuffetto di origano.